25 Aprile 2024

Polizia di Stato, un anno all’insegna del contrasto allo spaccio e alla violenza contro le donne

Consuntivo di fine anno per la Polizia di Stato e, come detto dal questore Benedetto Sanna nel corso dello scambio di auguri con la stampa, particolare attenzione alle emergenze maggiori sul territorio.

I dodici mesi appena trascorsi sono stati caratterizzati da tre elementi: i durissimi colpi sferrati al traffico ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti, l’attenta gestione dell’ordine pubblico – con in testa l’evento Dolce & Gabbana – e i continui sbarchi nelle nostre coste.

Gli Uffici investigativi della Polizia di Stato della provincia hanno sequestrato oltre 10 chilogrammi di droghe di vario tipo ed arrestato 107 spacciatori, colpendo le cosiddette piazze dello spaccio con un’azione di contrasto senza precedenti, costante e giornaliera.

La piaga del consumo e dello spaccio di droga è particolarmente seguita dal Questore che, dopo aver segnalato un preoccupante aumento della domanda, ha impresso, negli ultimi mesi, un ulteriore giro di vite al contrasto del traffico di stupefacenti con il decisivo apporto delle donne e degli uomini della Squadra Mobile, delle Volanti e di tutti i Commissariati della provincia.

I numerosi eventi che si sono svolti in questa provincia e la presenza sempre maggiore di turisti, anche giunti a Siracusa con le navi da crociera, hanno impegnato la macchina organizzativa della Questura in delicati servizi di ordine pubblico che hanno permesso lo svolgimento di tutti gli eventi compreso quello di rilevanza internazionale che ha visto Siracusa protagonista delle giornate di alta moda organizzate dagli stilisti Dolce & Gabbana. Di particolare rilievo è stato il lavoro preventivo e informativo della DIGOS.

Senza soluzione di continuità sono stati gli sbarchi di migranti che sono giunti nelle coste siracusane autonomamente o accompagnate dalle navi delle ONG.

Nel corso dell’anno sono giunti 14.916 migranti, di cui 1272 minori.

Sono stati 571 cittadini extracomunitari che, non avendo titolo per risiedere nel territorio nazionale, sono stati respinti con provvedimento del Questore. Per tutti sono stati necessari gli accertamenti identificativi della Polizia Scientifica e gli atti a cura dell’Ufficio Immigrazione. La trattazione di tutte le pratiche e l’organizzazione logistica degli immigrati, con i quotidiani accompagnamenti in tutte le strutture italiane che li ospitano, hanno impegnato considerevolmente e quotidianamente l’Ufficio di Gabinetto della Questura.  

Il contrasto alla violenza contro le donne – altro tema segnalato con decisione dal Questore Sanna – ha visto la Divisione di Polizia Anticrimine impegnata nella predisposizione di 32 provvedimenti di ammonimento a firma del Questore, insieme ad un’incisiva azione preventiva portata anche nelle scuole di tutta la provincia, con l’organizzazione capillare di incontri di legalità dedicati al tema della violenza domestica e di genere, a cura dell’Ufficio per la Comunicazione della Questura.

Infine, l’incessante lavoro della Divisione di Polizia Amministrativa ha consentito di sequestrare ingenti quantitativi di cibi scaduti o mal conservati e di vigilare sulla salubrità dei locali degli esercizi di ristorazione. Dieci tra ristoranti e pub sono stati chiusi momentaneamente al pubblico fino alla loro completa regolarizzazione con le norme igienico sanitarie.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS