21 Maggio 2024

Ex circuito, un siracusano a capo della Metaphor. Dall’Australia confermano: “Resterà un impianto sportivo” (seconda parte)

La conferma arriva dall’Australian Securities & Investments Commission, la commissione indipendente del Governo australiano che regola le società registrate, i mercati finanziari e i fornitori di servizi finanziari e di credito.

Un normale “visura” arrivata alla nostra mail al costo di 19 dollari australiani. Sette pagine, estratto che ripercorre la storia e l’attuale situazione della Metaphor Corporation PTY. LTD., la società che ha acquisito per poco più di 3 milioni di euro l’ex circuito di contrada Fusco messo in vendita dal Libero Consorzio Comunale di Siracusa.

A capo della società con sede al 15 di Everage Street a Moonee Ponds (gli uffici nella foto sotto), un sobborgo a 7 chilometri circa dal centro finanziario di Melbourne, c’è anche un siracusano emigrato negli anni ’70.

Pasquale Magnano, 64enne, è tra i soci insieme a una donna e a una holding, la Lenore Holdings.

Metaphor e Lenore (14 pagine di visura arrivate da Melbourne), così come certificato dall’ASIC, sono gruppi solidi e ben strutturati.

La prima è stata registrata il 26 marzo del 1998, la seconda esiste, invece, dal 2 marzo del 1982 quando venne creata nella Western Australia.

Nessun collegamento con le società di Ross Pelligra come confermato ieri al nostro giornale da Giovanni Caniglia, amministratore delegato della Pelligra Group Italia e come ribadito da fonti vicinissime alla Metaphor. Forse una conoscenza cresciuta nel tempo in Australia, vista la comune origine siracusana, ma non confermata ufficialmente. Insomma, escluso qualsiasi business in comune.

La Metaphor è stata l’unica società a presentare un’offerta all’Ente di via Roma aggiudicandosi l’intera area dell’ex circuito.

Impossibile, al momento, riuscire ad avere una dichiarazione ufficiale del gruppo australiano. Le pratiche di acquisto sono ancora in corso e, secondo fonti ben informate, Metaphor avrebbe già avviato una ricognizione informativa sulla struttura ascoltando tecnici del settore e anche precedenti gestori del circuito.

Dal paese dei canguri, però, sottovoce, una conferma: “Metaphor manterrà la destinazione d’uso per il rilancio del circuito con una struttura all’avanguardia”.

Insomma, con buona pace delle crociate già annunciate pur non avendo visto alcun progetto, nessun ospedale, neanche una villetta. E questa è l’attuale differenza con le vicende che riguardarono i progetti della Pillirina e di Ognina con Four Season.

Siracusa, in buona sostanza, potrebbe veramente essere davanti all’ennesima occasione di un grosso investimento. Qualcosa che, come riferito, non andrebbe ad intaccare il sito mantenendolo con la sua destinazione d’uso.

Ovviamente, perché avvenga questo, servirà la massima trasparenza e la responsabilità di tutte le parti in gioco.

Prospero Dente

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS