21 Maggio 2024

Inferno alle porte di Siracusa, fiamme alte lungo l’autostrada domate dopo quattro ore. Bruciano gli Iblei

L’inferno alle porte di Siracusa all’altezza dello svincolo autostradale di Melilli. Fiamme alte – come mostra la foto – alimentate dalle sterpaglie e dal vento. Il fuoco ha coinvolto un capannone della zone e i Vigili del Fuoco hanno operato con più squadre nella zona non è distante dall’Isab sud.

Il fumo ha, ovviamente, invaso la strada e anche la Polizia stradale è stata impegnata lungo l’arteria. Molti automobilisti hanno invertito la marcia per raggiungere lo svincolo e deviare.

Chi ha attraversato il tratto sfiorato dal fuoco ha raccontato di aver segnato un innalzamento della temperatura percepita dal termometro dell’auto fino a 55 gradi.

Il tratto è rimasto interdetto al traffico per alcune ore e la Stradale ha indicato percorsi alternativi per raggiungere Catania. Tra Priolo e Melilli scene apocalittiche con ettari di macchia mediterranea andati carbonizzati. Il fumo, denso, ha coperto quasi la visuale di Melilli.

In serata il fuoco brucia ancora sui monti Iblei e le fiamme alte – come nella foto a destra – sono visibili da Cassibile.

In campo un dispiegamento enorme di uomini e mezzi. Vigilia del fuoco, uomini della Forestale, volontari della Protezione civile lavorano incessantemente da diverse ore. Nella zona tra Melilli e Lentini in azione anche i Canadair.

Dal servizio meteo dell’Aeronautica Militare e dalla stessa Protezione Civile segnalano temperature che nel siracusano domani oscilleranno tra i 42 e i 47 gradi.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS