21 Maggio 2024

Droga, armi ed esplosivo, tre arresti della Squadra Mobile

Chili di droga, ma anche armi e, soprattutto, un ordigno rudimentale. L’operazione degli uomini della Squadra Mobile, delle Volanti e del Commissariato Ortigia, potrebbe andare ben oltre il solo traffico di sostanze stupefacenti.

Le tre persone arrestate nel pomeriggio di ieri spacciavano, ma nascondevano anche pistole, un fucile ed esplosivo. L’operazione è scattata nella zona della Mazzarrona dove i poliziotti, insieme ai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Catania e aiutati dalle unità cinofile del capoluogo etneo, hanno filmato e sorpreso una fitta rete di spaccio.

Tutto avveniva in via Santi Amato dove un quarantenne cedeva la droga agli assuntori. Le dosi venivano lanciate dal balcone da un ventiseienne, sottoposto ai domiciliari, che, dall’inizio dell’anno, è stato arrestato ben cinque volte, quattro delle quali in flagranza di spaccio.

Ai domiciliari anche il trentaduenne a cui sono arrivati i poliziotti. Nella sua casa, perquisita, sono stati trovati 850 euro e la chiave di un appartamento sovrastante. Al suo interno oltre 7 chilogrammi di droga, tra cocaina, hashish, marijuana, oltre a due pistole a tamburo, un fucile del tipo doppietta calibro 12 (a canne mozze), un giubbotto antiproiettile, un paio di manette in metallo, munizioni e due caricatori. Negli stessi locali anche un ordigno esplosivo di circa 400 grammi, preso in consegna dagli artificieri della Questura di Catania che, dopo le verifiche del caso, provvederanno alla distruzione.

Sarà importante adesso ricostruire gli ulteriori eventuali collegamenti dei tre uomini e se quanto sequestrato possa essere compatibile con gli elementi acquisiti dopo gli ultimi avvertimenti in città ai danni di commercianti.

Per tutti e tre sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di droga. Il trentaduenne è accusato anche di detenzione illegale di armi, munizioni e di un ordigno esplosivo.

Pertanto, i tre sono stati arrestati. Il quarantenne incensurato è stato posto ai domiciliari, mentre per gli altri due si sono aperte le porte del carcere.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS