17 Giugno 2024

Domenica di tempesta in provincia di Siracusa e domani scuole chiuse, in Prefettura attivato il CCS

Raffiche di vento fino a 80 chilometri orari, pali divelti, interruzioni energetiche, pioggia insistente e danni in più zone della provincia.

La perturbazione che sta colpendo Siracusa da diverse ore, non accenna a diminuire la sua intensità e potrebbe protrarsi fino a domani mattina.

Il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS),  attivo dalla giornata di ieri presso la Prefettura di Siracusa, sta monitorando costantemente la situazione in relazione alle previsioni meteorologiche avverse con livello di allerta arancione. 

Partecipano i Sindaci della provincia, i vertici del Libero Consorzio Comunale, del Servizio S.05 della Protezione civile regionale, delle Forze di polizia, dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, nonchérappresentanti i rappresentanti di A.N.A.S., del Consorzio Autostrade Siciliane, E-Distribuzione S.p.A., Telecom, RFI – Rete Ferroviaria Italiana.

Nel corso della mattinata di oggi, preso atto dei danni provocati dalle condizioni meteo avverse, è stato deciso che i Sindaci disporranno la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado della provincia per domani, 28 novembre, al fine di consentire le verifiche tecniche dei rispettivi immobili. 

Con rigurdo alle diverse diffuse criticità sulle reti infrastrutturali, Enel e Telecom in particolare hanno già provveduto a rafforzare le rispettive squadre ma gli interventi sono ancora resi difficoltosi per l’impossibilità di operare in alta quota a causa delle forti raffiche di vento.

Sotto il profilo della viabilità, a seguito di apposita ricognizione,risultano al momento chiuse le seguenti strade:

➢ SP 39 lato nord (consentito l’accesso al territorio comunale di Buscemi dal lato sud);

Sono tuttora in corso diverse decine di interventi a cura dei Vigili del Fuoco, dei volontari della Protezione Civile e degli enti proprietari delle strade per allagamenti e alberi pericolanti in tutti i Comuni della provincia.  

Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, con una ordinanza emessa questa mattina, ha disposto la chiusura delle scuole dove erano in programma le elezioni per i rinnovi dei Consigli di istituto, il parco archeologico, il cimitero e sospeso qualsiasi attività sportiva. L’ordinanza resterà valida anche domani con chiusura totale delle scuole.

La conta dei danni è, al momento, impossibile farla. I Vigili del fuoco, le forze dell’ordine e gli uomini della Protezione civile sono al lavoro dal pomeriggio di ieri. La situazione è peggiorata intorno alle 22 di ieri quando il vento ha iniziato a soffiare con più potenza.

Al carcere borbonico di Ortigia ringhiere perimetrali abbattute, allo sbarcadero Santa Lucia l’acqua è ben oltre il livello della banchina. Alla Pizzuta, alla Mazzarrona, in viale Epipoli e nella zone di mare, alberi abbattuti e strade impraticabili.

La raccomandazione è di non uscire se non costretti da impegni di lavoro.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS