17 Giugno 2024

Siracusa, Lealtà e Condivisione, M5S e sinistra fronte comune sull’Acqua

Lealtà e Condivisione torna a parlare di acqua e lo fa con il supporto di Cento Passi x la Sicilia, Movimento 5 Stelle Siracusa, PCI Siracusa, Sinistra Italiana Siracusa e Rifondazione Comunista Siracusa.

L’obiettivo, come si evince dalla missiva inviata ai sindaci della provincia, alla Regione, All’Ati e ad altri soggetti interessati, è quello di proporre in alternativa allo scavo di nuovi pozzi – come da progetto in atto presentato dal Comune di Siracusa – l’utilizzo delle acque superficiali provenienti per caduta dall’Alta Valle dell’Anapo che discenderebbero tramite la rete di distribuzione già realizzata, su finanziamento della Cassa per il Mezzogiorno, circa quaranta anni orsono e sino a oggi mai entrata in funzione. Una soluzione già programmata e prevista come progettazione nell’attuale Contratto del Servizio Idrico della città di Siracusa nonché tra gli investimenti del Piano d’Ambito territoriale per i Comuni della Provincia di Siracusa approvato nel 2021. 

“Riteniamo – si legge nella lettera – che scavare nuovi pozzi da cui estrarre acqua sia contrario ai criteri di efficacia, efficienza ed economicità, equità sociale e solidarietà, dettati dalla Legge Regionale n. 19 del 2015, in materia di disciplina delle risorse idriche. Soprattutto quando sarebbe molto meno costoso e più rispettoso del patrimonio ambientale, utilizzare tutta l’acqua superficiale disponibile dai bacini imbriferi montani”.

Per questa ragione viene richiesto un incontro comune da fissare con urgenza prioritaria, ai fini dell’esame della proposta in oggetto nonché in generale per un confronto finalizzato a promuovere le soluzioni ottimali, sul piano tecnico ed economico, comparando le opzioni possibili e le risorse disponibili nel Piano D’Ambito. 

“Riteniamo fondamentale – conclude la nota – che il Comune di Siracusa e l’attuale gestore privato del Servizio Idrico Integrato, rendano noti tutti i progetti annunciati nei giorni scorsi a margine dell’incontro tra il Sindaco e i vertici della società DAM (Siam) per 49 milioni di euro di fondi pubblici, al fine di consentire ai cittadini di valutarne l’utilità e la coerenza rispetto agli impegni assunti da quest’ultima lo scorso dicembre con il nuovo contratto di servizio”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS