17 Giugno 2024

Noto, nasce un centro diurno per l’Autismo,

L’Asp di Siracusa inaugurerà il 26 aprile prossimo a Noto, nella struttura sanitaria del Trigona, un Centro diurno interamente pubblico per i Disturbi dello Spettro Autistico in collegamento con l’Ambulatorio di NPIA di Avola.

“Il nuovo Centro è stato fortemente voluto per rispondere alle aspettative di familiari e associazioni che insistono nel territorio e per venire incontro anche alle esigenze espresse dai sindaci di Noto e Avola – sottolinea il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – e si aggiunge al già esistente Centro per l’Autismo convenzionato di Lentini. La sua istituzione ha lo scopo di ampliare l’offerta su tutto il territorio della provincia di Siracusa per evitare agli utenti e alle loro famiglie faticosi trasferimenti dalla zona sud alla zona nord. Si concretizza finalmente una importante realtà che diventerà un nuovo punto di riferimento per tutta la zona sud del territorio siracusano impegnato non solo a migliorare la qualità di vita di tante persone fragili e delle loro famiglie che hanno bisogno di non sentirsi sole nel difficile percorso, ma anche a volgere lo sguardo verso il loro futuro”.

Al Centro diurno di Noto, aperto nella fascia diurna a bambini da 4 anni in su e adulti, si accederà attraverso i servizi di Neuropsichiatria e l’Ambulatorio di NPIA di Avola, ubicato nel Presidio Territoriale di Assistenza di piazza Crispi, farà da filtro per l’accesso al Centro Diurno assieme a quello di Siracusa. Ambulatori che vedono impegnati nell’Azienda professionisti coordinati da Carmela Tata, direttore f.f. della Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, Rio Bianchini che si occupa della diagnosi precoce dell’autismo nell’infanzia da 0 a 4 anni e da Lorenzo Filippone per i disturbi dello spettro autistico negli adulti. 

“Il percorso assistenziale del nuovo Centro per l’Autismo – spiega Roberto Cafiso coordinatore del Dipartimento Salute Mentale – sarà particolarmente dedicato alla riabilitazione con l’applicazione di metodiche scientifiche da parte di personale specializzato provvisto delle certificazioni nazionali ABA. Nel rispetto delle previsioni del decreto legge regionale, nel Centro opereranno a regime neuropsichiatri infantili, psicologi, terapisti della riabilitazione, educatori, pedagogisti, infermieri, personale di supporto OSA e facilitatori per il percorso di reintegrazione sociale e di inclusione lavorativa”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS