18 Luglio 2024

Avola, apre lo Sportello Bullismo in sinergia con ASP Siracusa

Apre ad Avola, nella sede del Consultorio Familiare, lo “Sportello SOS Bullismo”, un servizio, in attuazione della legge regionale n. 27 del 10 novembre 2021, istituito in collaborazione tra l’Asp di Siracusa e il Comune di Avola. 

La presentazione è avvenuta stamane nella sala conferenze del Palazzo di Città ad Avola con la sottoscrizione del protocollo d’intesa siglato tra il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra e il sindaco di Avola Rossana Cannata. 

Presenti all’incontro autorità civili e militari, l’assessore comunale ai Servizi sociali Corrada Di Rosa, il direttore sanitario dell’Azienda Salvatore Madonia, i direttori dei Dipartimenti Materno Infantile e Dipendenze Patologiche Antonino Bucolo e Roberto Cafiso, i direttori dell’Unità operativa Materno Infantile Giuseppe Italia e della Neuropsichiatria Infantile di Siracusa Massimo Gramillano e di Noto Carmela Tata, rappresentanti del mondo della scuola, dirigenti medici, psicologi e assistenti sociali dell’Asp di Siracusa e del Comune.

“Lo sportello S.O.S. bullismo nasce dall’esigenza di affrontare il fenomeno del bullismo e cyberbullismo con un’attenzione anche ai fenomeni di cyberpedofilia, discorso d’odio, dipendenza digitale e sexting – ha spiegato il sindaco di Avola Rossana Cannata, prima firmataria della legge regionale n. 27 del 19 novembre 2021- in questi anni purtroppo in forte crescita con gravi ripercussioni sociali ed effetti negativi sullo sviluppo emotivo, affettivo e relazionale della vittima designata. La sua istituzione vede la realizzazione di uno Sportello di ascolto e cura, riferimento strutturato per quanti possano riconoscersi in vittime reali o potenziali di tali fenomeni, che apre un percorso permanente di collaborazione in rete con tutte le altre Istituzioni direttamente interessate, dal mondo della scuola, attento e sensibile al fenomeno, alle forze dell’ordine, alla magistratura, alle associazioni. Saremo presenti all’interno del territorio a favore della comunità in maniera permanente e duratura. E’ un fenomeno trasversale e sta a noi unire le forze per prenderci in carico ed orientare sotto tutti gli aspetti sociali e sanitari i giovani e le famiglie con la consapevolezza di potere contare sull’aiuto e il supporto delle Istituzioni. Ringrazio il commissario straordinario Ficarra per la disponibilità che ha immediatamente manifestato alla mia richiesta per la realizzazione di questo importante progetto orientato, come per altri servizi, alla ricerca del benessere psico-fisico della nostra comunità”.

“Dopo il protocollo Zeus siglato di recente con la Questura di Siracusa ed altre iniziative e servizi avviati nei diversi territori della provincia – ha detto il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Salvatore Ficarra – l’avvio dello Sportello SOS Bullismo è il primo progetto di questo genere che siamo lieti di avviare grazie all’input del sindaco di Avola Rossana Cannata promotore e prima firmataria della legge regionale. L’Asp di Siracusa non guarda solo ai servizi sanitari tradizionali – ha aggiunto – ma punta l’attenzione anche verso la prevenzione e la cura di fenomeni che non riguardano soltanto l’aspetto fisico della malattia ma che colpiscono anche la sfera mentale e relazionale. L’attività sinergica tra Istituzioni che ringraziamo è la mossa vincente nei servizi al cittadino, con le forze dell’ordine, il mondo scolastico, la dirigenza sanitaria, l’Amministrazione Comunale che si renderanno parte attiva per rispondere al meglio nella gestione di questo Sportello in un progetto in rete che potrà dare risultati concreti ed efficienti alla comunità”.

A spiegarne i contenuti sono stati Carmela Tata, responsabile Neuropsichiatria di Noto che ha illustrato anche il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo sempre più dilagante nell’era di internet, e le ripercussioni in ambito sociale e sanitario, e l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Avola Corrada Di Rosa che è anche psicologa dell’Asp di Siracusa: “Da un punto di vista pratico il progetto si concretizza nell’attivazione di uno sportello di accoglienza, ascolto ed intervento che, data la significatività e specificità degli argomenti trattati, contempla la presenza di figure esperte in grado di leggere le dinamiche proprie dell’età evolutiva e dei sistemi familiari ed extra-familiari coinvolti nei fenomeni in oggetto.

Nello specifico, lo sportello ha l’obiettivo di accogliere le necessità dell’utenza e orientarla verso i servizi più appropriati fungendo da coordinamento degli eventuali percorsi attivati.

Al fine di facilitare l’accesso e il primo contatto con lo sportello da parte dell’utenza interessata, è stato istituito un telefono cellulare dedicato (3395893656) disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00. L’accesso telefonico e di messaggistica rappresenta una modalità immediata dell’esposizione del problema al quale seguirà, se necessario, un appuntamento in presenza nei locali del Consultorio familiare di Avola, sito in via Milano N°67 e, di seguito, l’attivazione dei Servizi necessari secondo un lavoro di rete tra le Istituzioni direttamente coinvolte nella tutela e nella salute dei minori”.

I professionisti coinvolti sono operatori esperti in età evolutiva (neuropsichiatra infantile, psicologo, assistente sociale, educatore) dell’Asp di Siracusa con un assistente sociale ed uno psicologo del Comune di Avola in un’ottica sinergica di intervento socio-sanitario.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social

Tutte le puntate di EUREKA!

Tutte le puntate di TAMTAM FOCUS