27 Novembre 2022

Pachino, tra le caldarroste cocaina e marijuana

Il lavoro di venditore di caldarroste ed il reddito di cittadinanza non bastavano ad un
trentasettenne residente a Pachino che è stato arrestato, nella serata di venerdì, dagli
agenti del locale Commissariato per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze
stupefacenti.
L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, è caduto nella rete degli investigatori
che hanno notato in lui un mal celato nervosismo alla vista della Polizia, proprio mentre
svolgeva l’attività di vendita di castagne.
Un accurato controllo personale, esteso alla sua autovettura, consentiva di
rinvenire e sequestrare 24 dosi di cocaina, 15 di marijuana e del denaro.
A seguito di quanto rinvenuto in strada, gli agenti effettuavano una perquisizione
domiciliare a casa dell’arrestato che consentiva di accertare che lo stesso
confezionava lì la droga. Su un tavolo, infatti, un piatto in ceramica, intriso di sostanza stupefacente, delle schede telefoniche, utilizzate per tagliare la droga, un bilancino di precisione, della mannite, un frullatore e alcune bustine di plastica utilizzate per confezionare lo stupefacente.
Dopo le incombenze di legge, l’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria
competente, è stato posto agli arresti domiciliari.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social