27 Novembre 2022

Zona industriale, il sindacato ha deciso: mobilitazione generale

Una grande mobilitazione per difendere la zona industriale e con essa l’occupazione in provincia di Siracusa. Il sindacato siracusano ha deciso.

I dettagli saranno fissati lunedì prossimo, 24 ottobre, durante un settore industria unitario convocato, a partire dalle 15.30 nel salone “Giulio Pastore” della Cisl in via Arsenale 22.

I segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, Roberto Alosi, Vera Carasi e Luisella Lionti, riuniranno tutte le forze sindacali presenti nella zona industriale siracusana per organizzare una mobilitazione generale che coinvolga i lavoratori, le altre categorie produttive, le Istituzioni e i sindaci oltre alla società civile.

“In un momento così delicato per l’intera area industriale colpita da sanzioni e inchieste giudiziarie – sottolineano Alosi, Carasi e Lionti – la risposta del sindacato non può che essere la piazza. Qui non si difendono soltanto 10 mila posti di lavoro, ma l’intera economia provinciale che rischia di collassare in caso di chiusura degli impianti.

Sarà una mobilitazione decisa – concludono Roberto Alosi, Vera Carasi e Luisella Lionti -, è arrivato il tempo in cui ognuno deve assumersi le proprie responsabilità per assicurare ancora il futuro a questa terra.”

Situazione che viene ormai definita esplosiva. La zona industriale è stretta tra le sanzioni alla Russia, la mancata concessione dell’Area complessa e, soprattutto, le tante inchieste della magistratura che stanno riguardando alcune aziende dell’area e che rischiano, inevitabilmente, di provocare un effetto domino sulle intere produzioni.

Un momento di grave crisi che potrebbe dare un colpo deciso all’economia provinciale. Anche il senatore Antonio Nicita richiama l’esigenza di una iniziativa unitaria.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social