27 Novembre 2022

Punto denunce in via Algeri, i carabinieri all’ex “Chindemi”. Lo Stato è più vicino e arriva il primo arresto

SONY DSC

Inaugurato il posto ricezione denunce e pubblico dei Carabinieri di via Algeri, all’interno dei locali dell’Istituto comprensivo “Chindemi”.

Alla presenza del Sindaco, dell’Arcivescovo, del Comandante della Legione Carabinieri “Sicilia” e delle altre autorità civili e militari, di una rappresentanza di alunni della Scuola Chindemi e dei Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa, del Cappellano Militare per la Sicilia orientale e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, è stato presentato alla cittadinanza il nuovo presidio dell’Arma che nasce nel cuore del quartiere “Mazzarrona”.

Francesco Italia e il Generale Tosario Castello

L’iniziativa dell’amministrazione comunale e del Comando Provinciale dei Carabinieri, intende restituire al quartiere parte di uno stabile in disuso, recentemente ristrutturato, che rappresenterà un presidio di legalità in un’area urbana difficile che vede, tra le varie problematiche, anche quella della dispersione scolastica.

Per quest’ultimo fine, i Carabinieri di Siracusa hanno in programma una serie di incontri con le scolaresche che si terranno proprio nei locali ristrutturati dell’ex scuola Chindemi. 

I Carabinieri della Compagnia di Siracusa garantiranno la presenza dei militari all’interno del nuovo presidio per ricevere le denunce e le segnalazioni della popolazione, in un’ottica di vicinanza che non è solo fisica ma anche morale in quanto accosta idealmente il cittadino all’Istituzione, alimentandone la fiducia.

Il Generale di Brigata Rosario Castello, Comandante della Legione Carabinieri “Sicilia” ha ringraziato i presenti, soffermandosi sui concetti di vicinanza e prossimità al cittadino realizzati dall’Arma con l’azione preventiva e di rassicurazione sociale sul territorio, aggiungendo che il presidio è stato realizzato con la condivisione dell’Amministrazione Comunale e dovrà essere luogo di prossimità ed incontro, con la realizzazione di iniziative sociali che coinvolgano i giovani del quartiere.

«L’inaugurazione di oggi è un segno tangibile di attenzione verso un quartiere che necessita certamente di interventi di recupero urbano ma anche di iniziative di carattere sociale», hanno detto il sindaco, Francesco Italia, e l’assessore al Patrimonio, Agata Bugliarello.

Il posto ricezione denunce e pubblico di via Algeri è già fruibile da qualche giorno ed ha fornito importanti riscontri in termini di lotta alla criminalità comune.

E un primo risultato è già arrivato. Una segnalazione, la verifica da parte dei carabinieri e l’arresto di un uomo che spacciava all’interno di una abitazione non distante dall’ex Chindemi.

I militari hanno trovato 11 grammi di cocaina nascosta all’interno di un mestolo da cucina, altre 70 dosi recuperate dentro un borsello e una tasca dei pantaloni indossati dal cinquantenne. Sotto sequestro anche il materiale usato per pesare e confezionare la droga e 375 euro ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social