10 Agosto 2022

“Spiagge sicure” grazie ai percettori del reddito di cittadinanza. In trenta per il primo progetto del Comune di Siracusa

Accoglienza e assistenza ai bagnanti, primo soccorso, cura e pulizia delle aree interessate. Di questo dovranno occuparsi i 30 percettori di reddito di cittadinanza che hanno sottoscritto il “patto di servizio” con il Comune di Siracusa.

Il primo progetto comunale di utilità collettiva è stato presentato questa mattina dal sindaco Francesco Italia e dall’assessore alle Politiche sociali, Concetta Carbone.

I lavoratori saranno impegnati fino a settembre nel progetto “Spiagge sicure” nei solarium Du Frati, via Cassia alla Mazzarrona, Santa Lucia e Forte Vigliena con turni che andranno dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 11.30, e dalle 15 alle 17, per complessive otto ore settimanali.

Saranno facilmente riconoscibili grazie ad una divisa con pantaloncini blu, maglietta bianca e cappellino con il logo del Comune. Tutti loro saranno seguiti da un tutor ed avranno una postazione ben identificata tra gli ombrelloni che sono posizionati sui solarium”.

Su 7000 percettori di reddito a Siracusa, attraverso la piattaforma ministeriale, per il progetto “Spiagge sicure” ne sono stati individuati 200 e tra questi in 30 hanno aderito al progetto, sottoscrivendo il “patto di servizio”.

Il Comune impiegherà in tutto 139 percettori di reddito di cittadinanza che saranno utilizzati

nei quattro progetti predisposti dal settore Politiche sociali: oltre “Spiagge sicure” previsti i

progetti “Parchi sicuri”, “Cimitero operoso” e “Tutti in pista…ciclabile”.sicuri”. “Cimitoperoso” e “Tutti in pista…ciclabile”.  

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social