10 Agosto 2022

Ortigia Film Festival, il programma di mercoledì 20 luglio

Mercoledì 20 luglio, tra proiezioni e incontri arriva la giuria della XIV edizione di Ortigia Film Festival composta da Andrea Purgatori, Giorgio Tirabassi, Emanuela Fanelli. Per la sezione Lungometraggi del Festival sarà proiettato “Settembre” di Giulia Louise Steigerwalt. Appuntamento alle 21.00 in Arena Minerva. Al termine della proiezione Thony, interprete del film, incontrerà il pubblico. Modera Stefano Amadio.

A seguire, alle ore 23:00, per il concorso internazionale documentari, l’anteprima regionale di  “Il giovane corsaro” di Emilio Marrese. Attraverso materiale di repertorio, documenti inediti e le parole dello stesso Pasolini, Emilio Marrese ne esplora il periodo giovanile bolognese muovendosi tra presente e passato e raccontando il rapporto speciale con la sua città natale.

Tra gli eventi speciali del festival sarà presentato, fuori concorso, “Il Palazzo” di Federica Di Giacomo, che quest’anno è la Presidente della sezione documentari. Al centro del documentario un microcosmo che vede protagonista il proprietario di un palazzo nel centro di Roma che, come un mecenate rinascimentale, offre asilo ad una eclettica comunità di amici. Ogni angolo diventa un set cinematografico permanente tra i sogni e le ambizioni di chi ne prende parte.

A seguire, alle ore 23:00, per ls sezione Cinema Women, “Non sono mai tornata indietro” di Silvana Costa. La storia di Iolanda, una delle ultime testimoni di un’usanza arcaica e impietosa: la cessione di bambine provenienti da famiglie contadine povere a famiglie benestanti, affinché venissero vestite e sfamate in cambio del loro lavoro in casa o in campagna. La regista Silvana Costa, incontrerà il pubblico al termine della proiezione moderata da Claudia Catalli. A seguire, alle 00:15, per il concorso internazionale cortometraggi, sarà proiettato “No Voice” di Luca Bonnet.

Alla sala Ferruzza Romano dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, per la sezione La voce del Mare, alle 21:30 sarà proiettato “A Dream called Vendee” di Niccolò Maria Pagani. Le avventure, le paure, le lacrime e le emozioni del velista italiano Giancarlo Pedote durante la famosa regata Vendée Globe: il giro del mondo in 80 giorni, navigando in solitaria, senza scali. Al termine della proiezione il regista Pagani incontrerà il pubblico.

A seguire, alle 22:15, “Sea Robot” di Daniela Genta, un documentario sui progressi tecnologici della ricerca marina che hanno permesso di rivelare lo splendore e la ricchezza degli ecosistemi profondi. Alle 22:45, “Missione Euridice”, di Marco Spinelli, la missione di rimozione di una tonnellata di reti abbandonate dal Golfo di Cefalù.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social