12 Agosto 2022

Alessio Attanasio arrestato, la libertà dura solo otto giorni

E’ durata appena otto giorni la libertà per Alessio Attanasio, ritenuto ai vertici dell’organizzazione mafiosa che fa riferimento a lui e, originariamente, al suo ex suocero Salvatore Bottaro, morto nel 2005. Il cinquantunenne, che aveva lasciato il carcere di Nuoro lo scorso 7 luglio dopo avere scontato venti anni di detenzione, è stato arrestato questa mattina a Siracusa, dove era tornato da qualche giorno, dagli uomini della Polizia di Stato del capoluogo.

Su di lui un provvedimento di custodia cautelare in carcere con l’accusa di essere il responsabile dell’omicidio di Giuseppe Romano ucciso il 17 marzo del 2001 in via Elorina e, secondo l’inchiesta, vittima sbagliata di un agguato che aveva come obiettivo un imprenditore.

Alessio Attanasio, condannato a 30 anni per questo delitto, si è sempre dichiarato innocente indicando proprio il collaboratore di giustizia che lo accusava come uno degli esecutori. Una sentenza di primo grado, non ancora definitiva, pronunciata a gennaio di quest’anno dal GUP presso il Tribunale di Catania.

Questa mattina, su delega della Procura Distrettuale della Repubblica, gli uomini della Questura di Siracusa hanno dato esecuzione all’Ordinanza con la quale il Giudice per le udienze preliminari ha accolto la richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

Alessio Attanasio aveva dichiarato di voler restare in Sardegna, ma dopo la scarcerazione era tornato nella sua città. Ora si trova rinchiuso in un carcere siciliano di massima sicurezza.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social