3 Luglio 2022

Restart, un progetto per Siracusa Capitale europea della cultura 2033

Riprendono gli appuntamenti con ReStart, il progetto curato dal movimento Res e promosso dall’Onorevole Giovanni Cafeo che dal 2018 ha contribuito ad arricchire e stimolare il dibattito culturale in città. Domenica 19 giugno alle 18.30 in piazza Federico di Svevia, nello splendido scenario del Castello Maniace, alla presenza di numerosi e prestigiosi ospiti nazionali ed internazionali, si svolgerà un incontro nell’ambito del Tavolo di lavoro ReStart dedicato alla candidatura di Siracusa a Capitale europea della Cultura 2033.

Il Tavolo, che sta lavorando alla stesura del Report definitivo, ha voluto condividere con la cittadinanza la conoscenza del percorso di altre città che hanno ottenuto il titolo di Capitale e una riflessione sulle ricadute negli anni successivi. Partecipano al confronto tra gli altri Raffaello de Ruggieri, Sindaco di Matera Capitale della Cultura Europea 2019, Anna Mignosa, economista della cultura dell’Università di Catania, il regista e attore Moni Ovadia, Karsten Xuereb, ricercatore presso il Ministero della Cultura a Malta e già membro del comitato per La Valletta Capitale Europea della Cultura 2018 e Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

L’idea della candidatura di Siracusa, nata proprio sul palco di ReStart nel 2019, ha visto come principale ispiratore il giornalista Antonio Gerbino, che ha poi coordinato il Tavolo di lavoro. “Nel 2033 il titolo di Capitale Europea della Cultura toccherà nuovamente all’Italia. Quella di candidare Siracusa più che una proposta voleva essere una suggestione – ricorda Gerbino – ma l’entusiasmo con cui il movimento Res, attraverso il progetto ReStart, mi ha proposto di trasformarla in una piattaforma di contenuti chiedendomi di promuovere e coordinare in assoluta autonomia il Tavolo, ha attivato un metodo virtuoso di confronto e partecipazione attiva che, se da una parte, ha evidenziato la complessità della sfida, dall’altra ha fatto emergere le grandi potenzialità che il territorio esprime”.

Oltre 40 gli esperti, siracusani e no, chiamati a dare un contributo a questa piattaforma che ReStart proporrà al territorio come punto di partenza di una possibile candidatura: esponenti di spicco di numerosi settori tra i quali giornalisti, formatori, storici dell’arte, geografi, naturalisti, direttori di museo, urbanisti, economisti, consulenti d’impresa, esperti in progettazione europea, beni culturali, turismo e fiscalità e tanti altri, studiosi autorevoli e giovani professionisti che hanno messo le loro competenze a disposizione della città gratuitamente e volontariamente, con il supporto e la facilitazione del team di Impact Hub Siracusa.

La visione di servizio alla cittadinanza di Res è perfettamente incarnata dal progetto ReStart – dichiara Giovanni Cafeo, promotore del progetto – siamo nati come punto di ascolto privilegiato delle esigenze del territorio e siamo diventati ormai da anni avanguardia nell’anticipare e affrontare i temi più caldi del territorio, basti pensare alle opportunità delle Zes, di cui parliamo dal 2018 ma che soltanto oggi finalmente cominciano a vedere spiragli di sviluppo, fino agli argomenti sempre attuali legati da una parte allo sviluppo industriale e alla transizione energetica, argomento del secondo tavolo di lavoro ReStart, e dall’altra, come già detto, ad un nuovo modello economico-culturale per la città, attraverso la candidatura a Capitale europea della Cultura 2033”.

Al termine dell’incontro la serata vedrà una performance musicale del cantautore Carlo Muratori. A disposizione dei partecipanti ci sarà infine un servizio navetta gratuito dedicato che dal parcheggio del Molo Sant’Antonio arriverà direttamente nel luogo dell’evento.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social