30 Novembre 2022

Crisi Lukoil, la mobilitazione della CGIL

La Cgil si mobilita e scende in piazza a difesa del polo petrolchimico di Siracusa.  “Siracusa merita una risposta da parte del Governo Draghi – ha dichiarato il segretario generale provinciale Roberto Alosi- migliaia di lavoratori potrebbero perdere il lavoro e questo è socialmente ed economicamente impensabile e insostenibile”. “E’ giunto il momento di inasprire la lotta, battere i pugni sul tavolo e gli scarponi per terra come si faceva una volta. Non vorrei che qualcuno scambiasse la buona educazione, il buonsenso e il forte richiamo alla responsabilità sociale fin qui dimostrati, per debolezza”. Le rivendicazioni del sindacato sono chiare e precise e riguardano anche aspetti legati alla riconversione industriale ed alle bonifiche dei siti industriali.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social