30 Novembre 2022

Siracusa, Civico 4 denuncia la situazione delle zone balnerari

Il Movimento Civico 4 di Michele Mangiafico evidenza una lunga lista di disservizi, incompiute e di problemi che affliggono da tempo le zone balneari di Siracusa e che sarebbe costantemente ignorate dall’Amministrazione cittadina.

“La negligenza e l’indolenza del gruppo di potere al governo della città lascerà che le cose accadano con i loro tempi, lontani dall’interesse dei cittadini e delle attività turistiche”, dichiara Michele Mangiafico, leader del movimento.

“Per capire quale sia il distacco dalla realtà dell’attuale Amministrazione comunale, basti pensare allo stato del parcheggio di Fontane Bianche dopo i lavori e al fatto che le zone balneari, tra Imu, Tari e tassa di soggiorno versano nelle casse del Comune di Siracusa oltre 2 milioni di euro all’anno, che l’Amministrazione evidentemente utilizza altrove, ritenendo che bisognerebbe essere felici per qualche “concessione” ogni tanto (leggasi qualche pensilina alle fermate dei bus che, forse, vedremo in futuro). Probabilmente, mai come per la zona costiera l’opinione pubblica ha piena evidenza della distanza tra le parole e i fatti della classe dirigente cittadina. – continua ancora Mangiafico – Nel Documento Unico di Programmazione del 2020-2022, l’Amministrazione comunale, a pagina 12, prometteva l’istituzione di una Municipalità delle Contrade del Mare. Mai vista.”

Inoltre, “Civico 4” accusa l’Amministrazione di aver escluso la zona costiera a sud di Siracusa da tutte le iniziative di pianificazione ed investimento dell’Amministrazione uscente: il Biciplan, il nuovo appalto per il servizio idrico, il recente piano di manutenzione straordinaria delle strade. 

“Irrisolto il problema del cedimento della costa e la sistemazione di via Lido Sacramento, dopo i danni del Medicane. – afferma il leader – Anche lì, l’Amministrazione comunale buttò al vento 20 mila euro dei soldi di noi cittadini nel maggio 2021 pensando di risolvere i problemi di contrada Isola con poche briciole”

Ma i problemi per la zona balnerare non finiscono qua, e “Civico 4” prova a metterli in fila: le cattive condizioni del manto in tantissime strade, mancato diserbo, assenza di un calendario di eventi per la stagione estiva, e infine l’assenza di pensiline per i trasporti (compreso l’affascinante treno del barocco).

“Attendiamo ancora un intervento sulla spiaggia libera di Fontane Bianche, erosa dal maltempo dello scorso autunno. Se ne occuperà la prossima Amministrazione comunale. Meglio voltare pagina, – conclude Mangiafico – scrivere documenti di programmazione più brevi, ma carichi di parole che si traducano in fatti, anziché restare chiacchiere.”

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social