26 Novembre 2022

Lealtà e Condivisione: “istituire un tavolo permanente sul fenomeno del lavoro agricolo stagionale

L’istituzione di un tavolo permanente che dialoghi sui vari nodi critici, predisponendo soluzioni stabili anche in prospettiva delle campagne di raccolta a venire, per evitare che possano reiterarsi  azioni di forza, che ricadendo su lavoratori, regolari ma impossibilitati ad un alloggio dignitoso, denotano un oggettivo fallimento per la collettività tutta, palesando un sistema  fragile, che ne richiede  l’ attività senza tuttavia consentirne una dimora adeguata”. Questa la richiesta che arriva da Lealtà e Condivisione all’indomani dello sgombero delle tende dei lavoratori che si trovavano fuori dall’Ostello di Cassibile.

“Una adeguata risposta – si legge nel documento firmato dal presidente Giovanni Randazzo – non può essere improvvisata, né può arrivare a ridosso dell’arrivo dei lavoratori ma necessita di un “pensiero ragionato”, concordamente programmato con il concorso dei vari soggetti, Comuni, istituzioni, enti datoriali e sindacali, terzo settore, rappresentanze degli abitanti di Cassibile, che a diverso titolo entrano in gioco a favore di questa fascia di lavoratori.   “Un gruppo di lavoro che, partendo dall’ esperienza di accoglienza 2021- 2022 possa monitorare puntualmente i progetti finanziati nel 2021 dal PON legalità, Ministero dell’Interno, per l’ampliamento dell’Ostello di Cassibile, la nascita di analoghe strutture d’accoglienza a Lentini e a Pachino. Pensiamo ad una riflessione ponderata e condivisa sulle regole del campo, ad uno studio sul numero della mano d’opera che realmente assorbe il nostro territorio, all’elaborazione di future progettualità che partano da una analisi reale del fenomeno”. 

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui Social