27 Maggio 2022

Floridia, è ufficiale: ritorna il Palio dell’ascensione

Ci sono delle tradizioni così legate al territorio che le ha generate da essere indissolubili, è il caso del Palio dell’ascensione di Floridia, una corsa ippica con una storia secolare alle spalle, vero orgoglio della cittadina in provincia di Siracusa. Da oggi, il Palio dell’ascensione tornerà ad essere un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati, i devoti o i semplici curiosi. Grazie al lavoro meticoloso svolto del Sindaco di Floridia, Marco Carianni che ha pubblicato un avviso esplorativo per sondare la disponibilità dei soggetti privati.

La notizia era stata anticipata dal sindaco Carianni con un post su Facebook che solo per pochi poteva sembrare enigmatico: “Nonostante oggi stia piovendo, per Floridia è, ugualmente, una bellissima giornata”.

Oggi arriva la conferma che il Palio dell’ascensione si farà, dopo l’attesissimo nullaosta del Comitato di Pubblica Sicurezza e il parere favorevole della Commissione comunale di vigilanza.

Dopo anni di attesa, di silenzio e di malumori, la storica corsa di cavalli che negli anni ha attirato pubblico dai quattro angoli della Sicilia sarà di nuovo realtà. Una tradizione che torna ad arricchire il cartellone degli eventi di Floridia e che rappresenta una risorsa importante anche dal punto di vista culturale ed economico. Il Palio dell’ascensione ritorna a Floridia all’insegna della legalità e della tutela di tutte le prescrizioni e della salute degli animali.

“Ieri – ha dichiarato il sindaco Carianni – dopo un ampio confronto con tutte le forze dell’Ordine della Provincia di Siracusa e con sua Eccellenza il Prefetto, abbiamo ottenuto l’autorizzazione a riorganizzare il Palio Ippico dell’Ascensione. Un grande traguardo, raggiunto grazie all’aiuto di tutti; ma sopratutto delle nostre forze dell’Ordine locali e Provinciali e del nostro Prefetto, Dott.ssa Scaduto, dei Vigili del Fuoco e del competente dipartimento veterinario dell’Asp che hanno dimostrato di avere grande sensibilità verso la tutela delle nostre tradizioni e del sentimento di appartenenza di cui, esse, sono intrise.A loro, che mi hanno insegnato tanto in questi mesi di duro lavoro, diremo grazie per sempre.Adesso inizia una lunga corsa contro il tempo per organizzare tutto e non vedo l’ora di risentire echeggiare, lungo il Corso Vittorio Emanuele”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social

Pubblicità elettorale