27 Maggio 2022

Pillirina, Gradenigo (Lealtà e Condivisione): “Istituire la riserva terrestre”

In un lungo post sulla sua pagina Facebook, l’esponente di Lealtà e Condivisione ed ex assessore del Comune di Siracusa, Carlo Gradenigo rilancia l’urgenza di istituire a livello regionale una riserva terrestre per salvaguardare la Pillirina.

“In un momento storico in cui l’ambiente è al centro dell’agenda politica, economica, sanitaria e climatica dell’intero pianeta – scrive Gradenigo – il termine ambientalista suona come un aggettivo anacronistico appartenente ad un’era che non c’è più, nella quale il mondo credeva di avere due diverse strade da poter percorrere e che una di queste fosse indipendente dall’ambiente e dalle sue risorse”. “Eppure alla Pillirina – prosegue – rischia di consumarsi proprio l’ennesima tragedia ambientale. Così se da un lato plaudiamo al ritorno nelle nostre acque della foca monaca, mammifero che si riproduce in piccole spiagge raggiungibili solo dal mare come Ripe Bianche dove non a caso il caro Enzo Maiorca raccontava di aver avvistato l’ultima negli anni 60′, dall’altra assistiamo all’assurda volontà di trasformare negli stessi luoghi, dei ruderi rinaturalizzati in abitazioni private, praticamente un residence a Punta della Mola al quale consegnare la posta la mattina, la pizza o un hamburger con Just Eat”. “In mezzo – conclude Gradenigo – una città che rischia di veder sparire la sua perla più preziosa e un’amministrazione alla quale da 3 anni chiediamo un intervento politico alla Regione per l’istituzione della riserva terrestre Capo Murro di Porco e Penisola Maddalena con la stessa forza e determinazione con le quali si chiese e ottenne l’istituzione del Parco Archeologico della Neapolis”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social

Pubblicità elettorale