27 Settembre 2022

Siracusa, “Civico 4”: impianti sportivi carenti e scarsa programmazione

Duro attacco del Movimento “Civico 4” di Michele Mangiafico sulla situazione delle strutture sportive a Siracusa e sulla carenza di programmazione. Una lunga nota, quella scritta dall’ex consigliere comunale, che enumera, punto per punto, tutte le problematiche inerenti lo sport nel capoluogo. Dalla Cittadella dello Sport, tornata di recente in mano ad una task force del Comune dopo la rottura con il vecchio gestore, al “Pippo di Natale” il cui impianto elettrico sarebbe guasto dal dicembre scorso.

Carenze anche nel mondo del calcio, con in testa lo stadio Nicola De Simone sul quale, a detta del movimento, non si sarebbero mai posate le attenzione dell’attuale Amministrazione. 

“Solo una parte dello stadio – denuncia il leader -è, attualmente, fruibile, ovvero quella relativa alle tribune e ad una delle due curve, limitando fortemente le ambizioni di chi voglia investire nel calcio, aumentando la difficoltà nel trovare adeguate sponsorizzazioni.” Restando nel mondo del calcio il movimento chiede una sorta di “operazione verità” sul campo di via Lazio e gli spazi annessi, ivi compreso il tensostatico, dove insiste un cantiere “i cui tempi di completamento – spiega il movimento – appaiono tanto indefiniti quanto opache le comunicazioni istituzionali che la città meriterebbe da parte di una classe politica trasparente. Secondo quanto riportato nella tabella affissa sul cancello, il tempo utile per l’esecuzione dei lavori era 120 giorni, per cui siamo in ritardo di oltre otto mesi. Le attività sembrano bloccate, le motivazioni non vengono rese note, la programmazione resta impossibile. Ipotizziamo che l’Amministrazione possa avere redatto un progetto funzionale a procacciare un finanziamento (stile “strisce ciclabili”), ma carente al punto tale da determinare, anche qui, un contrasto con la ditta appaltatrice”.

“Siracusa – conclude Mangiafico – ha urgente bisogno di adeguati piani di gestione della manutenzione dell’impiantistica sportiva pubblica. Bisogna stanziare somme specifiche in bilancio, riorganizzare il settore dotandolo di un numero sufficiente di risorse umane, integrare le proposte concepite dall’attuale Amministrazione a valere sui fondi del Pnrr con progetti per lo sport”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social

Angelo Guardo Floridia