29 Settembre 2022

Avola, mostra di cimeli e presentazione del libro di Sergio Russo

Avola ospiterà giovedì 7 aprile la presentazione del libro di Sergio Russo sui “Cannoni di Avola e la battaglia di Capo Passero 11 agosto 1718”. Un’iniziativa promossa dal Comune di Avola e con il patrocinio della regione Siciliana (Dipartimento Istruzione, Dipartimento Turismo, Dipartimento Beni Culturali) dell’autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale, Marisicilia Augusta, Strade del Vino Val di Noto, Soprintendenza del Mare e con l’Ambasciata di Spagna e l’Ambasciata Britannica. 

Un’occasione per ricomporre i tasselli della storia politica e militare dell’Europa nei primi anni del XVIII secolo. Sullo sfondo, la celebre battaglia navale di Avola e Capo Passero tra la flotta spagnola e quella inglese. In concomitanza alla presentazione del libro e in presenza delle  autorità civili e militari, Marisicilia organizzerà per l’occasione una mostra dei cimeli storici della Marina Militare, mentre il  gruppo Sdai (gruppo operativo subacqueo della Marina militare),  illustrerà con diapositive il ruolo nel recupero e ricerche di beni archeologici, manufatti bellici e ordigni.

Al centro della ricerca di Russo l’analisi e la ricerca dei protagonisti, il ritrovamento dei cannoni, gli affusti, stoviglie di bordo, armi e parte del relitto di una nave, trovati su un fondale di circa 5 metri, nei pressi della spiaggia di Avola nel 2012.  L’evento, a partire dalle 17.30, avrà una doppia cornice: la sala Frateantonio del Palazzo di città e il teatro Garibaldi.

“Continua il nostro impegno per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale e storico– dice il sindaco di Avola Luca Cannata – in questo caso grazie al recupero della memoria di una battaglia che ha avuto luogo proprio davanti alla nostra costa 300 anni fa, attraverso i reperti che il mare ci ha restituito”-

“Un importante evento inserito all’interno della settimana della Cultura – dice l’assessore alla Cultura Simona Caldararo – abbiamo invitato le scuole a visitare la mostra che sarà aperta al pubblico fino al 12 aprile, perché riteniamo sia un’ottima occasione per studiare la storia attraverso non solo i manuali ma anche con, in questo caso,  i cimeli della Marina Militare”

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social

Angelo Guardo Floridia