27 Settembre 2022

Trasporto turistico, tre nuovi bus tra i Comuni montani

Tre bus turistici al servizio dello sviluppo turistico sostenibile dei Comuni di Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Cassaro, Ferla, Floridia, Palazzolo Acreide, Solarino, Sortino in collegamento con due importanti città Unesco, Siracusa e Noto.

Sono i tre bus Iveco 70G Sitcar di 28 posti ciascuno acquistati dal Comune di Canicattini Bagni, in qualità di capofila, finanziati sulla linea 3.1.4.4 del FESR 2007-2013 per i servizi di trasporto della rete museale della coalizione dei Comuni “Thapsos Megara Hyblon Tukles”.

A presentare il servizio e le tratte autorizzate dalla Regione Siciliana, che comprendono i vari Comuni del progetto insieme a Siracusa e Noto, è stato, questa mattina il presidente dell’Agenzia di Sviluppo degli Iblei, Paolo Amenta, insieme ai Sindaci e agli Amministratori dei Comuni dell’area interna siracusana, alla Rete Museale Iblea, all’Associazioni della Guide Turistiche della provincia, e alla rete di imprese che hanno scommesso sulla promozione e la crescita turistica di un territorio unico come gli Iblei.

Presenti all’incontro i Sindaci Marilena Miceli di Canicattini Bagni, Vincenzo Parlato di Sortino,  Michelangelo Giansiracusa di Ferla, Mirella Garro di Cassaro, Rossella La Pira di Buscemi con l’Assessore Pippo Frani.

«Quello di oggi non è un finale ma bensì l’inizio di una fattiva e concreta collaborazione tra istituzioni e privati – ha detto il Presidente Paolo Amenta – tra Comuni, Rete Museale, Associazioni, Guide turistiche e imprese, per rafforzare quella “città territorio” e “comunità in rete” che abbiamo costruito in questi anni per lo sviluppo sostenibile di un territorio di grande pregio storico, culturale, paesaggistico, archeologico ed enogastronomico, gli Iblei, collegando le aree interne della provincia, quindi i nostri Comuni, Pantalica, la valle dell’Anapo, alla costa, quindi a realtà come Siracusa e Noto, città Unesco. Uno sforzo comune, un lavoro di squadra, che ha visto impegnati le strutture tecniche dell’Agenzia, del Gal Val d’Anapo, gli Uffici tecnici dei nostri Comuni, con la collaborazione preziosa degli operatori delle Rete Museale, dell’Associazione Guide Turistiche, Agts, e realtà imprenditoriali come la Rete imprese Smart Land Iblei, e tanti soggetti privati che credono come noi ad uno sviluppo sostenibile possibile in quest’area. Un ringraziamento va a tutti loro per aver reso possibile l’attivazione di questo servizio».

Un servizio che non è in contrapposizione a quello delle grandi città costiere, come ha sottolineato il Sindaco di Sortino Vincenzo Parlato, Presidente del Gal Natiblei, ma a supporto dello sviluppo turistico complessivo della provincia di Siracusa, per far conoscere le risorse e i luoghi dell’entroterra siracusano, integrando e arricchendo l’offerta e il sistema turistico della provincia.

Un servizio che si collega con le scelte fatte dalle Amministrazioni e dalla concertazione pubblico-privata in questi anni, ha ricordato il Sindaco di Ferla Michelangelo Giansiracusa, ad iniziare dall’infrastrutturazione della Valle dell’Anapo.

Una classe dirigente che ha saputo avere una straordinaria visione per questo territorio che giorno dopo giorno rischia l’isolamento e lo spopolamento, ha rimarcato il Sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, che con il supporto del Gal, dell’Agenzia di Sviluppo, degli Uffici tecnici e dei privati, ha posto le basi per una nuova ripartenza puntando sul turismo e la sostenibilità delle sue risorse.

Di riscatto e di grande opportunità per i Comuni dell’entroterra hanno parlato i Sindaci di Cassaro e Buscemi, Mirella Garro e Rossella La Pira, così come gli Assessori di Buccheri e di Floridia, Paolo Vinci e Paola Gozzo, nonché la delegata di Palazzolo Acreide Rosanna Lombardo.

Mentre Rita Sipala dell’Associazione Guide e Gianluca Genovese della Rete Smart Land Iblei hanno richiamato alla collaborazione del sistema pubblico con quello privato per raggiungere gli obiettivi di crescita del territorio.

Un territorio dal patrimonio storico, culturale, archeologico e paesaggistico unico, quello ibleo, come hanno voluto sottolineare nei loro interventi di chiusura il Presidente e la Direttrice della Rete Museale, Paolino Uccello e Cetty Bruno, ricordando la visione e la passione per questa grande area della provincia di Siracusa, di intellettuali e etnoantropologici del passato come Antonino Uccello e Nunzio Bruno.

Un territorio che oggi oltre alla Rete dei piccoli Musei antropologici vede il riconoscimento di ben due Ecomusei, uno dei quali proprio legato agli Iblei, per trasferire bellezze e saperi a quanti vi si approcciano.

La presentazione sì è conclusa con un giro degli intervenuti per le strade di Canicattini Bagni a bordo di uno dei bus turistici che prendono così servizio da oggi a disposizione dei visitatori e dei tour operator nazionali e internazionali.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sui Social

Angelo Guardo Floridia